Esempio di caratterizzazione tramite spettroscopia di fotoemissione a raggi X (XPS) di un campione polimerico. Sono evidenti le modifiche nella forma di riga dei livelli di core C1s e O1s, indotte dalla funzionalizzazione tramite trattamento al plasma. L’analisi di queste misure permette di caratterizzare chimicamente le superfici funzionalizzate, valutare l’efficacia del trattamento e studiare i processi di invecchiamento.

REFERENTE:
Valentina De Renzi     (valentina.derenzi@unimore.it)

Area di interesse: TRATTAMENTI DI SUPERFICIE; BIOMEDICALE

ATTIVITÀ TECNOLOGICA OFFERTA
Il laboratorio SESAMO 2 dispone di attrezzature che permettono lo studio delle proprietà chimiche superficiali di diversi tipi di materiali di interesse tecnologico; i suoi ricercatori possiedono una certa esperienza nell’utilizzo della tecnica XPS per caratterizzare quantitativamente diversi tipi di trattamenti superficiali.
– A titolo di esempio, è possibile caratterizzare l’efficacia dei trattamenti al plasma o di funzionalizzazioni chimiche di membrane polimeriche (tessuti non tessuti), con interessanti applicazioni nell’ambito biomedicale (filtri ematici, etc).

DESCRIZIONE DELLA RICERCA CORRELATA
Studio dell’efficacia di funzionalizzazioni di superficie, volte a modulare la bagnabilità di superficie, le proprieta’ di anti-fouling etc. Studio dei processi di invecchiamento dei trattamenti.
La caratterizzazione spettroscopica può essere abbinata a misure di bagnabilità (angolo di contatto), estendibili anche alla microscala, utilizzando il microscopio ESEM.